Notifica dell'impugnazione al vecchio difensore: nullità o inesistenza?

Maggio 10, 2022

La Cassazione ha precisato i casi di inesistenza e nullità della notifica dell'appello: se nulla è soggetta a rinnovazione

Il caso

Una compagnia assicuratrice era stata condannata a tenere un suo cliente indenne dall'esecuzione patrimoniale da eseguire dopo una sentenza del tribunale in suo sfavore. La Corte d'appello di Cagliari dichiarava inammissibile l'appello promosso dalla compagnia di assicurativa: la notifica dell'appello alla controparte veniva considerata inesistente, poiché effettuata al domicilio del precedente difensore. Nei termini per il deposito delle difese conclusionali di primo grado, l'appellato aveva revocato il mandato al suo avvocato e aveva nominato due nuovi difensori, eleggendo domicilio presso il loro studio.

Inammissibilità per inesistenza in appello

La Corte d'appello aveva accertato che la nomina di altro difensore era stata portata a conoscenza legale mediante deposito nel fascicolo telematico. La Corte si era rifatta su un orientamento di legittimità sulla materia che prevedeva che una volta venuti a conoscenza della revoca e sostituzione del difensore, la notifica dell'impugnazione eseguita al precedente difensore va considerata inesistente portando all'inammissibilità dell'impugnazione.

Le decisione della Cassazione: nullità

La società ricorreva quindi in Cassazione lamentando che il nuovo mandato non contenesse una revoca della precedente domiciliazione. Inoltre, secondo i legali dell'assicurazione, nonostante la notifica potesse essere ritenuta irregolare, la Corte d'appello non l'avrebbe dovuta dichiarare affetta da inesistenza, rifacendosi ad un superato orientamento di legittimità, quanto piuttosto da mera nullità, ordinandone conseguentemente la rinnovazione per consentire la prosecuzione del giudizio.

La Cassazione accoglie il ricorso, rimettendo la questione alla Corte d'appello. Secondo la Suprema corte "la notifica dell'atto di appello effettuata nei confronti dell'originario difensore revocato, anziché in favore di quello nominato in sua sostituzione, non è inesistente, ma nulla, anche ove la controparte abbia avuto conoscenza legale di detta sostituzione, sicché la stessa è rinnovabile".

La Corte precisa che la notifica dell'impugnazione può considerarsi inesistente solo in caso di assenza materiale dell'atto o quando manchi quell'attività idonea a rendere conoscibile l'atto. Gli elementi costitutivi di questa attività, secondo la Cassazione, sono il soggetto qualificato dalla legge alla trasmissione dell'atto e la perfezione della consegna secondo le modalità prescritte dalla legge.

Studio legale Lucia, avvocati specializzati in materia civile, commerciale e in diritto amministrativo
info@studiolegalelucia.com
06 69922319 (Roma) - 091 340170 (Palermo)
Largo Chigi n.5, Roma, 00187
Via Marchese di Villabianca n.126, Palermo, 90143
Contatti
Copyright 2007 - 2021 © Studio Legale Lucia
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram